Birrefuso: chi ama la birra non sbaglia mai

Birrifugio Morrigan diventa Birrefuso Morrigan: ora vi spiego perché…

Birrefuso Morrigan

Come ho più volte detto anche qui, il progetto Morrigan ha come focus il mondo della birra artigianale e si sviluppa al momento su due piattaforme: una pagina Facebook e una Googleplus.

Io e Michela pubblichiamo ogni giorno informazioni, piccole curiosità e da poco anche recensioni delle birre che proviamo. Il tutto senza alcun fine commerciale, solo per passione e per contribuire, nel nostro piccolo, alla diffusione della cultura birraria.

I fan sono in costante aumento e sempre più propensi a condividere e commentare i post.

Ciò ci fa pensare che stiamo facendo bene, che siete felici e di conseguenza lo siamo anche noi.

Stavo valutando alcune idee per rinnovare le grafiche, per celebrare il 400 esimo “mi piace”, quando ci è arrivato un messaggio che è stato un po’ come un fulmine a ciel sereno: Stefano Frasca ci avvisa che Birrifugio è da tempo un nome che ha registrato a livello internazionale, pertanto sarebbe il caso che non lo usassimo più.

Stefano intende con Birrifugio un rifugio in cui poter degustare la birra in santa pace, e ha deciso di chiamare così una serie di locali nel Lazio.

Premetto subito che Stefano si è dimostrato molto disponibile e ha capito la nostra buona fede.

Lo sostengo ormai da tempo: attorno alla birra nascono solo cose belle!

Il piccolo problema avrà come unica conseguenza una piacevolissima bevuta con cena in compagnia di Stefano presso uno dei suoi locali. A questo punto vorrei sfruttare l’occasione per organizzare un piccolo ritrovo con i miei amici “socialcosi” che abitano vicino a Roma (Andrea, Ivana, Gian Marco: sto pensando a voi).

Rimangono però da sistemare alcune cose:

  • Trovare un nuovo nome significativo da associare a Morrigan.
  • Avissare i follower del cambiamento, che riguarda solo il nome.
  • Rinnovare di conseguenza tutte le grafiche.

Vediamo in dettaglio cosa ho combinato.

Birrefuso: ovvero come da un errore può nascere un’idea

Non so come ci sia arrivato Stefano, ma io sono incappato nella parola Birrifugio sbagliando a digitare i tasti sulla tastiera. Con una sola parola si uniscono i concetti di birra e rifugio.

Il Birrifugio è dunque il posto perfetto per degustare una birra in tutta tranquillità! Difficile trovare di meglio per descrivere un locale o, come nel nostro caso, uno spazio “virtuale”  in cui si pone la massima attenzione sull’esperienza della birra.

Avevo in mente qualche idea, ma devo ammettere, tutte abbastanza fiacche. Per fare ordine e ricaricare le batterie sono andato dunque a bermi un’ottima Saison de Dottignies alla spina e già che c’ero ho chiesto consiglio a Stefano della Unibirra. Gli ho raccontato tutta la vicenda e lui ad un certo punto mi dice:

 “Scusa, ma se Birrifugio ti è venuto in mente per un refuso, perché non lo sostituisci semplicemente con Birrefuso?”

Questa sua considerazione mi ha riacceso la lampadina. Il tema del refuso viene rappresentato nelle nuove grafiche da una vecchia macchina da scrivere appartenuta alla nonna di Michela e da un boccale colmo di birra; l’associazione dei due elementi crea il nuovo slogan che viene battuto sul foglio inserito nella macchina: chi ama la birra non sbaglia mai, nemmeno quando sbaglia! Ecco cos’è il Birrefuso.

La cover su Facebook

cover facebook
Creare cover memorabili su Facebook sta diventando sempre più difficile perché purtroppo l’area disponibile è diventata una specie di campo minato: sull’immagine infatti verranno impressi i bottoni segui e condividi, il nome della pagina e la sua tipologia, nonché una fastidiosa sfumatura nera nella parte bassa.

In uno dei prossimi post potrei realizzare una specie di mini-tutorial e mettere a disposizione un template che mi son creato per l’occasione.

La cover su Googleplus

gif animata

Su Googleplus è possibile aggiungere anche una gif animata come cover: ho sfruttato questa possibilità facendo comparire piano piano lo slogan sul foglio, come se venisse battuto davvero a macchina.

Arrivati a questo punto non mi rimane che ringraziarvi per l’attenzione e rinnovarvi l’invito a visitare le due pagine: troverete come al solito curiosità, news e recensioni legate al mondo della birra artigianale, sempre in fermento.

Ringrazio in particolar modo anche a nome di Michela i due Stefano e vi aspetto tutti sulle nuove pagine di Birrefuso Morrigan!

[Aggiornamento]: volete sapere com’è finita la vicenda? Continuate a leggere il post dalla pagina Googleplus di Birrefuso:

Annunci

4 pensieri su “Birrefuso: chi ama la birra non sbaglia mai

  1. Cazzarola Saimon…!
    Però siete stati dei grandi, da un disguido avete tratto un’altra bella cosa con molto ingegno 🙂
    Stasera io berrò artigianale anche per te 😀

    Moz-

    1. Com’è andata la bevuta? Approvo in ritardo il tuo commento perché a casa sono senza copertura internet. Sai, dalle mie parti piove sempre, e durante l’estate ciò significa fulmini che danneggiano tutto ciò che è collegato ad una spina. Il motto potrebbe essere: Cinghiali&Temporali: fai anche tu un salto nel passato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...