Proposta immobiliare – Villa bifamiliare

Reality

Ogni tanto accendo la tv. Ho notato che ci sono trasmissioni interessanti che toccano argomenti attinenti alla progettazione e ristrutturazione residenziale nonché al mercato immobiliare.

vista1

Magari avrete visto anche voi Fratelli in affari: uno dei due fa l’architetto, l’altro l’agente immobiliare. La puntata solitamente inizia con una coppia che si rivolge a loro perché è intenzionata a comprare casa e vorrebbe valutare prima varie ipotesi. L’immobiliare sottopone alla coppia alcune proposte in base alle loro esigenze (vicinanza con il posto di lavoro, copertura dei mezzi pubblici, servizi di zona etc) e ovviamente al loro budget. Nel frattempo l’architetto studia un progetto di massima di ristrutturazione per le rispettive proposte, indicando anche quanto costerà l’intervento e quanto inciderà sul budget messo a disposizione dalla coppia.

vista2

L’immobiliare di solito riesce a negoziare il prezzo, in modo che la coppia, una volta presa la decisione, abbia più disponibilità per la ristrutturazione e gli eventuali imprevisti.

Probabilmente i due fratelli sono semplicemente attori, esattamente come le coppie che richiedono i loro servizi. Stiamo parlando infatti di un format televisivo, che segue uno schema ben preciso: situazione iniziale dove tutto sembra procedere bene, insorgenza dei primi problemi non previsti, litigi e incomprensione tra la coppia, immancabile cliffhanger, stacco pubblicitario, finale con risoluzione di tutti i problemi. I due fratelli rinunciano a parte del loro compenso, convincono gli operai a lavorare qualche ora in più e riescono a ristabilire l’armonia tra la coppia, pronta così a vivere il resto della vita nella loro casa dei sogni.

vista3

Nonostante le mie supposizioni, ciò che è innegabilmente vero, è il lavoro di equipe che sta dietro alla realizzazione di una trasmissione del genere: i progetti, i rendering, le simulazioni, la realizzazione materiale del progetto, la regia, le riprese, il montaggio, la postproduzione finale e la messa in onda.

Il tutto è molto curato sotto ogni aspetto.

Non ho idea di quante persone possano essere coinvolte, ma credo siano parecchie e penso che la trasmissione sia abbastanza onerosa per il network, che necessariamente dovrà avvalersi di validi sponsor.

vista4

Reality vs Realtà

Ora spegnete la tv e andate a visitare un’agenzia immobiliare a voi vicina. Non appena osserverete la vetrina vi accorgerete subito della differenza tra reality e realtà: foto inquadrate male e rovinate dall’esposizione prolungata ai raggi solari affiancate a fotocopie esplicative CON IL TESTO TUTTO IN MAIUSCOLO. Nonostante la poca nitidezza delle immagini, probabilmente riuscirete lo stesso a notare qualche particolare che invece andrebbe rimosso (o semplicemente non inquadrato) perché personalizza troppo lo spazio rendendolo meno attraente: la foto della zia Petunia appesa alla parete, animaletti imbalsamati e la cuccia del cane Pluto. Se farete una rapida ricerca online con lo smartphone, ritroverete probabilmente la stessa sciatteria sul sito statico dell’agenzia e sulla sua pagina Facebook (ma che dico? Profilo personale usato come pagina): stesse foto e TESTO RIGOROSAMENTE IN MAIUSCOLO: “COMPRATE!! VERO AFFARE!1!!1!!”

Ma non mi voglio addentrare troppo sulla promozione online. Supponiamo invece che vi facciate coraggio e, nonostante tutto, entriate nell’ufficio. Cosa vi faranno vedere a questo punto, oltre alle solite foto? Se sarete fortunati delle piante tecniche piene di quote e simboli grafici. Difficilmente riuscirete ad immaginarvi come personalizzerete e vivrete gli spazi. Dove potrete posizionare la cucina dei vostri sogni o la credenza lasciatavi in eredità dalla nonna.

Secondo me non è necessario il budget che può mettere a disposizione un network televisivo per illustrare ad un potenziale cliente una proposta immobiliare. Basta molto meno, ma il materiale da presentare al momento della vendita dev’essere efficace, comprensibile a tutti e curato.

Sto tirando acqua al mio mulino? Si, certo. L’ho già fatto anche qui e qui.

Vi consiglio di leggere anche questi due post, il quadro vi risulterà più chiaro.

Villa Bifamiliare

E’ situata in una tranquilla zona residenziale del comune di Gavirate (VA), paese non molto distante dal capoluogo di provincia, ben servito dai mezzi pubblici (ferrovie Nord e Autolinee Varesine) e dotato di ogni sorta di servizi: scuole, negozi, centro commerciale, varie associazioni culturali e sportive. Si affaccia sul lago di Varese, che infatti alcuni chiamano comunemente Lago di Gavirate.

Date un’occhiata alle immagini e alle schede che trovate qui di seguito: da sole basteranno per farvi un’idea del progetto, già in avanzato stato di realizzazione e sul quale non aggiungo altro.

Vi avviso però che la villa unifamiliare che vedete nei rendering affiancata alla bifamiliare al momento non verrà realizzata, nonostante il progetto sia stato definito in tutti i suoi dettagli e già approvato, ma che il proprietario del terreno sarebbe anche disposto a valutare un’eventuale offerta.

Se siete dunque interessati, sia circa la presente proposta di villa bifamiliare, sia per un’eventuale compravendita riguardante la villa singola, vi invito a chiamare direttamente Sim Immobiliare.

Se invece siete titolari di un’agenzia immobiliare e non volete convertire l’attività in pompa funebre, forse posso darvi una mano (contatti): c’è tanto lavoro da pianificare e dobbiamo studiare una strategia.

copertina

pianta pt unità b

pianta p1 unità b

pianta pt unità c

pianta p1 unità c

pianta coperture

prospetti nord sud

prospetti est ovest

sezioni

Annunci

4 pensieri su “Proposta immobiliare – Villa bifamiliare

  1. Caro Simone,

    mi piacciono molto i progetti che hai proposto anche perché ho notato un dettaglio che mi ha fatto capire subito il target a cui mira la Immobiliare Estense.

    Coppie di giovani professionisti con Porsche e SUV. 🙂

    A parte gli scherzi mi è piaciuto vedere inserite nei disegni delle Porsche al posto della solita utilitaria poiché è un chiaro segnale di ottimismo e di un pensare in grande.

    I tuoi rendering, infine, danno un tocco di sogno in più. Sembra proprio di essere dei protagonisti di “Fratelli in affari”.

    In questo momento storico ottimismo e capacità di far sognare non hanno prezzo.Quindi, grazie.

    1. Ciao Federico, ben tornato. Ti ringrazio per i complimenti. Certo, sognare non costa nulla: perché accontentarsi delle solite utilitarie? Già ci danno un sacco di problemi 😀

  2. Mi ricordo di programmi tv simili, si ha sempre la sensazione di “finto” persistente. Più che altro era assurdo vedere costruire una casa e consegnarla finita al proprietario…

    1. Le trasmissioni Tv di questo tipo, ho già detto, sono fatte molto bene. Ma saltano un sacco di passaggi, perché il tutto deve essere concentrato in quell’oretta di trasmissione. Progetto, realizzazione, vendita. Sa molto di finto e costruito, perché c’è una struttura, un copione, che deve essere rispettato rigidamente.
      Grazie per il commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...